Investire in Borsa: guida pratica

Scritto da Chiara | Trading

Investire in Borsa: guida pratica

Investire in Borsa: come iniziare? Come aprire la prima posizione? Quali sono i trucchi del mestiere? Vediamo insieme come si può investire in borsa e in che modo iniziare.

Investire in Borsa non è una cosa per tutti e soprattutto non è semplice. Uno dei più grandi investitori del XXI secolo, Warren Buffett, ha detto: “Investire è semplice, ma non facile”.
Non possiamo che dargli ragione dal momento che sono molteplici i motivi per cui un investimento può andare in modo errato.

Per tale ragione è importante, quando si apre la prima posizione, essere preparati e avere ben chiaro in mente in che modo muoversi sul mercato e quali strategie di trading impostare.

Solo i trader che riescono ad applicare le loro strategie di investimento con calma e senza farsi prendere dalle ansie ottengono dei risultati e guadagnano dalle posizioni aperte. Chi non riesce a fare ciò invece si trova in situazioni spiacevoli e rischia di perdere tutto il suo investimento.

In primo luogo infatti, per investire in Borsa e ottenere dei risultati, si deve riuscire a svolgere le analisi nel modo migliore. Difatti è molto semplice entrare nel momento sbagliato sul mercato e non riuscire ad ottenere i risultati sperati.
Importanti in questi casi non sono solo gli esami che si svolgono, ma anche le tempistiche con cui si attuano le proprie azioni.

Per investire in modo errato servono infatti pochi minuti, mentre per ottenere dei buoni risultati è necessario sapere come muoversi e soprattutto come si muove il mercato. Per questo motivo abbiamo deciso di creare un guida, in modo da spiegare come investire in Borsa in modo idoneo e come operare sul mercato azionario.

Di seguito saprete in che modo iniziare il vostro investimento, aprire una posizione e comprendere in che modo cominciare ad investire in Borsa.
Iniziamo il nostro viaggio!

Per rimanere aggiornato sui migliori titoli e i cambiamenti politici ed economici ti consigliamo di leggere le notizie su Ultim’ora.news. In questo modo potrai adattare le tue posizioni ed evitare di essere impreparato.

Investire in Borsa: come iniziare?

Quando si decide di investire in Borsa spesso non si sa dove mettere le mani e in che modo iniziare il proprio investimento. Difatti le possibilità per entrare sul mercato sono molte, alcune più idonee ai meno esperti e altre invece da evitare i primi tempi.

Prima di iniziare a investire in Borsa si devono inoltre avere ben chiare le regole base del money management, prima tra tutte quella di quanto capitale rischiare.
Quando si apre una posizione si dovrà infatti investire, per singola azione non più del 2/3% del proprio capitale totale.

Questo è un elemento indispensabile, per tutelare i nostri investimenti e mettere al sicuro i nostri soldi. Difatti esponendo un capitale maggiore si rischiano di mandare in fumo tutti i propri risparmi.
Ci si deve sempre ricordare che si sta parlando di soldi reali, con cui si deve fare molta attenzione.

Il primo consiglio che vogliamo darti è quindi quello di sperimentare sulle Demo gratuite che offrono alcuni Broker. Soprattutto sei inesperto e vuoi comprendere in che modo operare sul mercato questa è senza dubbio la scelta più oculata e accorta.
Difatti non si rischiano soldi veri, ma solo dei soldi virtuali, che vengono messi a disposizione per provare il funzionamento della piattaforma e del mercato.

Grazie a queste sessioni virtuali si riuscirà quindi a capire in che modo muoversi e sperimentare le prime strategie di trading. Difatti con le demo non si opera con soldi propri, ma con denaro virtuale, che permette di non mettere a repentaglio i nostri risparmi.

Altro elemento a cui si dovrà fare molta attenzione è inoltre la questione della scelta dello strumento, di cui parleremo in modo più approfondito in seguito.
Vi consigliamo i scegliere modalità di operazione semplici, evitando per i primi tempi la leva finanziaria e facendo sempre attenzione ad impostare il livello di Stop loss.

Una volta che avrete sperimentato passerete all’azione, mettendo in atto una strategia di investimento.

Investire in Borsa: scegliere le azioni

Arriviamo al fulcro del nostro discorso: le azioni. Infatti quando si parla di investimento in Borsa ci si sta riferendo di solito al mercato azionario, per cui si deve sapere in che modo scegliere le aziende su cui investire.

Prima di tutto definiamo cos’è un’azione, dato che spesso non è chiaro ai neofiti. Con il termine “azione” si intende il capitale sociale di una determinata azienda che è stato suddiviso e poi distribuito tra i compratori.
In base all’andamento dell’azienda si avranno poi delle quotazioni sul mercato, in base al valore che esse hanno.

Per ottenere dei risultati e quindi avere dei guadagni, si dovrà comprare le azioni ad un determinato prezzo, ma poi rivenderle ad un prezzo più alto. In questo modo la differenza che vi è tra prezzo di acquisto e vendita, anche detti bid e ask, genererà un profitto.

Per capire come scegliere le azioni su cui investire si dovrà prima di tutto analizzare il mercato e l’andamento che esse hanno avuto nell’ultimo periodo. In base agli esami svolti con l’analisi tecnica o fondamentale (quello sarà il trader a deciderlo) si capirà su quale “cavallo puntare”.

Se non siete in grado di svolgere un’analisi efficace, che tenga conto di fattori interni ed esterni e delle variazioni che potrebbero accadere, vi consigliamo di impratichirvi, di leggere qualche libro e poi di andare avanti nel vostro percorso.

Non esiste però solo il mercato azionario, per investire si possono scegliere anche altre modalità come ad esempio il mercato Forex.
Sul mercato azionario si potrà invece operare anche con un altro strumento molto interessante, i CFD.

Investire in Borsa: CFD

I CFD, Contract for Difference, sono uno strumento finanziario piuttosto amato dagli investitori, soprattutto da quelli più inesperti. Questi strumenti sono infatti semplici da utilizzare e possono offrire degli ottimi risultati dal punto di vista dei guadagni.

I Contract for Difference sono degli strumenti derivati complessi, che replicano i movimenti di un asset sottostante. Ciò vuol dire che si può investire in un prodotto, come ad esempio materie prime, azioni o indici, senza però possederlo realmente. Investendo in questa maniera si potranno avere dei guadagni nel momento in cui le azioni su cui abbiamo puntato saliranno e per lo stesso principio avremo delle perdite nel momento in cui esse scenderanno di valore.

Questo strumento è molto semplice da usare, dal momento che ha lo stesso funzionamento di una qualsiasi altra azione. Si potrà infatti applicare uno Stop Loss, ossia una freno alla perdita, così che, quando il prezzo scenderà troppo, la posizione si chiuderà in automatico.

Il principale vantaggio di operare con i CFD è che permettono di massimizzare il potere di acquisto, grazie alla leva finanziaria, e soprattutto che permettono di generare profitti sia che il mercato è in rialzo che in ribasso.
Difatti con questo strumento è possibile operare sia short che long.

Investire in Borsa: i primi passi

Una volta deciso il modo di operare si passerà a scegliere una piattaforma per effettuare le operazioni. Quando svolgete questa operazione fate attenzione ai seguenti fattori:

  • le autorizzazioni del broker siano valide;
  • le clausole che sono previste per operare su quel broker;
  • che tipo di assistenza tecnica ci offre;
  • le opinioni e le recensioni che gli altri ne danno in rete.

Una volta trovato il vostro Broker, passerete quindi ad aprire un conto con esso, la procedura è piuttosto semplice, dal momento che è totalmente guidata dalla procedura della piattaforma.
Quando avrete creato il vostro account infine potrete decidere in che modo operare, lo strumento e i criteri che avete deciso di applicare.

A questo punto potrete cominciare a fare trading online e ad avere i primi guadagni e le prime perdite. Non spaventatevi se all’inizio vi sembrerà complesso e complicato, con il tempo apprenderete in che modo operare.
Se però vedete che non riuscite ad ottenere dei risultati, tornate al passo precedente e ricominciate ad operare con le demo e a studiare i manuali.

Investire in Borsa: come scegliere i titoli su cui puntare

Cerchiamo adesso di capire come si devono scegliere i titoli azionari, in modo da capire come muoversi in Borsa. Prima di tutto, come abbiamo già accennato in altri punti dell’articolo, è necessario svolgere correttamente le analisi della società su cui si è deciso di puntare.
Si dovrà quindi valutare con attenzione il tipo di andamento che l’azienda ha avuto nel tempo e i suoi minimi e massimi storici.

In questa fase è importante capire se vi sono all’orizzonte degli snodi importanti, come ad esempio una trimestrale in uscita o il cambiamento di un vertice dell’azienda.
Questi cambiamenti possono infatti essere dei punti importanti per capire come si muoverà il mercato.

Dopo aver valutato questi fattori dovrete poi passare a vedere il massimo e il minimo storico di quell’azienda. Quali sono stati i cambiamenti? Cosa ha determinato un apprezzamento del titolo?
Tutti fattori che, se non valutati con attenzione, possono poi incidere sulla struttura della vostra strategia di trading.

Cercate inoltre di comprendere, prima di aprire la posizione, quali sono le aziende del settore e in che modo stanno performando. L’andamento del mercato di settore in un periodo specifico può infatti aiutare a capire come si potrebbero adeguare le posizioni e come si muovono i trader sul momento.

Ricordatevi poi di applicare gli stop loss e di non farvi mai prendere dall’emozione. I titoli in Borsa possono avere dei bruschi cambiamenti di trend, ma poi tornare ai livelli precedenti.
Variare la posizione in questi casi può portare a delle grosse perdite di denaro.

Investire in Borsa: il mercato del Forex

Per chi volesse fare trading le possibilità di investimento sono davvero tantissime e anche gli strumenti tra cui scegliere sono molti. Un mercato che molti trader sfruttano per la sua volatilità e grande liquidità è quello del Forex.
In questo mercato vengono scambiati ogni giorni cross valutari, che vengono acquistati in coppia.

I trader comprano quindi due monete, scommettendo su quale delle due aumenterà di valore. Il mercato del Forex è molto amato dagli investitori per le sue grandi possibilità di guadagno, ma è anche uno dei più insidiosi.
Difatti le variazioni nel Forex sono molto repentine e si possono verificare nell’arco di pochi secondi.

Nel caso in cui si decidesse di operare in questo modo l’esperienza e la bravura del trader saranno fondamentali per ottenere dei risultati. Soprattutto in questo mercato la minima dichiarazione e il più piccolo movimento possono cambiare l’andamento del trend e capovolgere le vostre analisi.

Vi consigliamo di fare molta attenzione con il mercato del Forex (ma in generale con qualsiasi tipo di investimento), dato che le possibilità di perdere tutti i soldi investiti sono molto alte.
Per conoscere meglio il mercato e il suo funzionamento vi consigliamo inoltre di Cos’è il Forex?, così da avere un’idea più chiara della situazione.