Opzioni binarie: cosa sono e come funzionano

Scritto da Chiara | Opzioni binarie

Opzioni binarie: cosa sono e come funzionano

Come funzionano le opzioni binarie? Quali profitti si possono ottenere? Vediamo insieme quali sono le caratteristiche principali delle opzioni binarie e le informazioni indispensabili.

Le opzioni binarie sono prodotti finanziari derivati, che vengono acquistati dai traders, per attuare politiche di investimento speculativo. Questa speculazione mira a guadagnare sulla salita o la discesa degli asset (obbligazioni, valute, azioni, materie prime), ma indipendentemente dal loro valore. Questa pratica negli ultimi anni, soprattutto da quando il mercato è stato aperto anche ai grandi investitori ha avuto un grande successo. Fino a poco tempo fa invece le cose non andavano così: i mercati finanziari era privilegio di pochi.

Adesso invece i dati sono reperibili per tutti e anche i mercati si sono aperti agli investitori privati. I dati si possono ottenere anche in tempo reale e ogni investitore può ottenere informazioni sui vari prodotti che vengono scambiati sul mercato mondiale. Anche nei periodi di crisi i mercati finanziari non conoscono battute di arresto. I trader infatti non conoscono la crisi e anzi sfruttano l’innalzamento o abbassamento di prezzo sui mercati a loro beneficio.

Grazie alle opzioni binarie alcuni investitori riescono a guadagnare anche l’80% del capitale iniziale investito e per tale motivo vengono utilizzate dalla maggior parte dei trader. Come per il forex ci sono una serie di broker a cui affidarsi e anche in questo caso ci sono delle demo che si possono sfruttare per fare delle prove. Il nostro consiglio è quello di sfruttare questa opportunità e fare delle prove con le varie piattaforme che sono presenti sul nostro sito, analizzarne i dati e poi cominciare con gli investimenti reali.

Nello specifico però cosa sono le opzioni binarie? per il momento abbiamo detto che sono pratiche, veloci e permettono grandi profitti, ma in sostanza cosa sono? Scopriamo insieme che cosa sono le opzioni binarie, come funzionano e quali sono le differenti tipologie.

Opzioni binarie: caratteristiche principali

Le opzioni binarie sono degli strumenti finanziari derivati, il cui valore derivato deriva dagli asset che sono alla loro base. Gli asset sono altri strumenti finanziari e possono essere azioni, valori, indici o materie prime.

Le caratteristiche delle azioni binarie sono principalmente due:

  • Scadenza dell’opzione, ossia hanno una scadenza entro la quale il trader può verificare le previsioni.
    Ovviamente la scadenza dell’opzione binaria è decisa dal trader stesso.Ossia se si stabilisce che un certo asset crescerà oppure diminuirà il suo valore, il trader dovrà anche stabilire il lasso di tempo entro il quale avverrà questo cambiamento. Le scadenze che si possono acquistare vanno da un minimo di 60 secondi ad un massimo di 24 ore, starà al trader decidere qual è che fa al caso suo
  • Strumento sottostante, esso (come abbiamo già detto) può essere un indice, una valuta, una materia prima o un’azione. L’azione binaria acquistata replica esattamente gli stessi valori dell’asset sottostante. Importante è sapere che se lo strumento sottostante aumenta il suo valore anche di un solo centesimo allora l’opzione binaria ne guadagna e genera profitti. La cosa importante infatti non è quanto sale l’asset, ma la sua semplice salita, anche se minima, porterà un guadagno al trader che l’ha acquistata.

Opzioni binarie: tipologie

Le opzioni binarie sono di due tipi: di acquisto e di vendita. Per avere un quadro chiaro e dettaglio sulle opzioni binarie si consiglia però di legger Opzioni binarie: tipologie, dove si troveranno tutte le informazioni sul funzionamento e rischi.

Le opzioni binarie di acquisto sono anche dette call, esse permettono di guadagnare quando lo strumento sottostante sale entro i tempi stabiliti. Non interessa quanto sia la salita, ciò che ci importa è che alla data di scadenza esso abbia subito una variazione in positivo.

Le opzioni di vendita invece, dette anche Put, invece permettono di guadagnare se l’asset sottostante diminuisce. Alla data di scadenza dell’opzione binaria acquistata, se lo strumento sottostante ha subito una variazione al ribasso, allora l’investitore guadagnerà in maniera proporzionale a quanto ha investito.

I guadagni delle opzioni binarie dipendono da tanti fattori: l’asset scelto, la scadenza dell’opzione e l’ora di acquisto dell’opzione. Ma solitamente sono delle cifre che si aggirano tra il 75 e l’85% del capitale investito. Una volta guadagnato si potrà decidere se reinvestire il ricavato oppure se ritirarlo. In caso di piccole somme si consiglia di continuare a reinvestire il capitale, in modo di riuscire a farlo fruttare il più possibile. Aumentando i capitali di conseguenza aumenteranno anche i guadagni.

I tetti massimi di investimento sono molto alti: 10.000 euro. Mentre per iniziare a comprare opzioni binarie si possono anche dai 5 ai 25 euro. Queste piccole somme vengono dette trade minimo e oscillano in base al broker che si è scelto. Oltre al trade vi è anche un altro requisito indispensabile: il deposito minimo, cioè la somma minima versata sul proprio conto per fare trading. Di solito questa somma non può essere inferiore ai 200 euro, ma ci sono anche broker di opzioni binarie che chiedono come somma minima anche tra i 50 e i 100 euro.

Attenzione però non si dovranno mai fare investimenti che mettano a rischio più del 5% del capitale del deposito minimo.

Consigliamo di leggere anche Opzioni binarie: passaggi fondamentali. In questo modo si riuscirà ad avere un quadro chiaro di come funzionano questi investimenti.