Quando passare da un conto demo ad investire soldi reali? 3 domande per capirlo

Scritto da Chiara | Forex - Trading

Quando passare da un conto demo ad investire soldi reali? 3 domande per capirlo

Qual è il momento giusto per passare dal conto demo ad investire i propri soldi? Scopriamo insieme le domande giuste da porsi e quale momento cominciare a fare trading.

Passare dal conto demo ad investire i propri risparmi è un passaggio importante, che spaventa molti trader. Ci si chiede infatti: qual è il momento giusto per iniziare con gli investimenti reali? Quando sarò pronto per lasciare il virtuale?
Non abbiamo una vera e propria risposta a questa domanda, dal momento che ciascuno ha dei propri tempi.

Possiamo però aiutarvi a capire qual è il momento giusto per abbandonare il luogo sicuro della demo, per passare ad un vero conto. Difatti si devono calcolare alcuni fattori ben precisi e ci si deve interrogare sulle proprie capacità di fare trading e di strutturare dei piani di azione.
Spesso però non si è certi di essersi posti le giuste domande e si tende a non abbandonare la piattaforma.

Vediamo quindi quali sono i fattori da prendere in considerazione per passare da una demo ad un conto reale e cominciare a fare trading con i propri soldi.

Passare dalla demo al conto reale: qual è il momento giusto?

Abbiamo già detto che non esiste il momento perfetto per lasciare la demo del broker che sia uguale per tutti, ma ciascun trader ha le sue particolari tempistiche.
Vediamo quindi quali sono le domande che si deve porre per riuscire a capire se si è pronti per fare il grande passo.

1. Sei in grado di produrre profitti consistenti

Ovviamente non intendo dire che devi avere il 100% di trade vincenti. Sai già che è praticamente impossibile vincere sempre, tuttavia è anche necessario avere un livello di performance con caratteristiche precise prima di poter dire di essere trader vincenti: valore medio degli utili superiore ai loss e percentuali di posizioni chiuse in gain il più possibile superiore al 50%.

Se hai tenuto un diario del tuo trading in demo (lo hai fatto vero? Se no, molte piattaforma ti danno la possibilità di esportare i dati) il grafico dei tuoi redimenti deve avere una curva di crescita più o meno costante con picchi al ribasso contenuti rispetto alla crescita (significa drawdown coerenti con un corretto money management).

Se il grafico della tua attività in demo è ok puoi segnare come completato il punto 1 della checklist. Se non hai un grafico delle tue performance torna a fare trading in demo per qualche settimana e questa volta tieni un diario di trading.

2. Hai regole di money management stringenti

Fare profitti con un conto demo è più facile che con un conto reale. Questo non è dovuto solo al fatto, pure diffuso, che le demo non ricalcano con fedeltà massima le condizioni di un conto reale, ma anche alla minor pressione psicologica che si ha nel trading in demo nell’impostare regole di money management e seguirle.

Come già detto nel punto 1 nessun trader ha il 100% di posizioni chiuse in perdita. Questo perché ci sono sempre dei periodi in cui il mercato sembra partire impetuosamente esattamente nel senso contrario alle tue analisi, ed ogni volta che pensi che stia per invertire e tornare a "fare ciò che deve" il mercato torna a bastonarti.

Se questo succede con una demo è facile aprirne una nuova con un nuovo broker e dimenticarsi il fatto per sempre, se invece ti succedesse con il tuo conto reale sarebbe la fine, poichè si presume che il capitale a disposizione per il trading sia uno e non se ne possa chiedere uno nuovo (a chi poi?) ogni volta che si azzera il conto.

Quindi, nel tuo uso della demo, hai usato una strategia di money management? Quanti account hai chiuso per margin call prima di averne uno che ti fa "sentire pronto"?
Poniti queste domande almeno 10 volte mentre valuti la possibilità di passare al trading reale.

3. Ti trovi alla grande con il tuo broker

Probabilmente hai testato diverse demo forex prima di scegliere un broker per il tuo account reale. Quanto è approfondito il tuo rapporto con questo broker? In base a quali parametri hai fiducia in questa compagnia?

Usando Google è facile trovare tanto le raccomandazioni quanto le brutte storie su qualsiasi broker presente sul mercato.
La tua selezione deve basarsi su un rapporto diretto con il tuo account manager (te ne è stato assegnato uno?) ed una conoscenza approfondita di condizioni, regolamenti ed autorizzazioni possedute dal broker a cui stai affidando i tuoi soldi ed i tuoi ordini sul mercato Forex.