Tipologie di ordine nel Forex

Scritto da Chiara | Trading - Forex

Tipologie di ordine nel Forex

Sul mercato del Forex è possibile operare con differenti modalità. Vediamo quali sono i principali tipi di ordine su questo mercato.

Decidere con quale tipologia di ordine operare sul mercato del Forex non è sempre un’impresa facile. In particolare i trader meno esperti hanno difficoltà a comprendere quali sono le differenze tra le varie tipologie e in molte occasioni effettuano la scelta sbagliata.

L’ordine è il modo in cui si entra o si esce da una transazione. Questo è il primo passo per riuscire ad avere una strategia di trading che possa portare a qualche vantaggio. Scegliere la giusta tipologia è il primo modo che abbiamo per non incappare in spiacevoli sorprese.

Vi sono diversi tipi di ordine, da quelli base, consigliati per i principianti, a quelli più particolari. Vediamoli adesso insieme, cercando di comprenderne le caratteristiche di base, in modo da effettuare la scelta giusta nel momento in cui investiamo sul mercato del Forex.

Tipi di ordine nel Forex: ordini di base

Questi sono senza dubbio le tipologie di ordine più consigliate per i trader con meno esperienza, dal momento che sono le più semplici da aprire.

Gli ordini base sono:

  • Market Order: è un ordine in cui il broker apre la posizione senza che il trader debba impostare alcun parametro. In questo caso si avrà la quotazione fissa, che si baserà su quella che si è visualizzata nel momento dell’apertura dell’ordine. Questo tipo di ordine non può però essere cambiato o chiuso prima del previsto;
  • Limit Entry Order: mediante questa modalità il trader è invece più libero e può decidere il momento in cui entrare sul mercato. Sarà infatti l’investitore a dire al broker a quale quotazione della coppia di valute dovrà aprire la posizione;
  • Stop-Entry Order: in questa versione invece il trader indica il limite di prezzo entro il quale il broker può operare. Superata la soglia da lui indicata non dovrà più continuare a fare trading con quella posizione aperta;
  • Stop-Loss Order: in questa tipologia di ordine invece il trader indica al broker quanto è disposto a perdere. In questo caso viene quindi indicata la valutazione sotto la quale non si può scendere e nel momento in cui si arrivasse a quel valore le posizioni dovranno essere chiuse automaticamente. Una sorta di stop-loss per cercare di evitare le grandi perdite di capitale.

Tipologie di ordine: gli ordini complessi

Le tipologie che abbiamo descritto sopra sono quelle base, che tutti i trader sono in grado di gestire e soprattutto di provare a sfruttare. Diversamente altre tipologie sono molto più difficoltose e richiedono una maggiore esperienza sull mercato.

Vi indichiamo alcuni di queste tipologie che poi vedremo nello specifico più avanti.
Gli altri tipi di ordine sono:

  • Good Until Cancelled: operativo fino alla cancellazione manuale da parte del trader;
  • Good for the Day: operativo per un solo giorno, si chiude automaticamente con la fine della sessione giornaliera e la chiusura del mercato;
  • One-Cancels-the-Other: un ordine quando comincia a essere attivo cancella l’altro che era stato aperto;
  • One-Triggers-the-Other.

I tipi di ordine variano a seconda delle esigenze del trader: piazzare una posizione di acquisto o di vendita al miglior prezzo disponibile, uscire quando si è in perdita, acquistare o vendere al di sotto o al di sopra di un determinato prezzo del mercato.

Considerate quindi bene il trend sul mercato e le vostre esigenze specifiche, prima di piazzare un ordine sul mercato del Forex.